Come e quanto sono cresciuti i prestiti personali online in Italia?



Come e quanto sono cresciuti i prestiti personali online in Italia?

Lo sviluppo digitale ha avuto una forte influenza nel settore dei prestiti, che vengono maggiormente richiesti dagli italiani sia per cifre piccole che per cifre grandi, ciò è dovuto anche alla velocità ed alla procedura semplificata nel richiederli online.

La maggiore crescita dei finanziamenti personali on line si è registrata soprattutto negli ultimi 2 anni e ha visto un ulteriore incremento dell'11 % fin dai primi mesi del 2019, secondo i dati riportati dal CRIF (Centrale Rischi Finanziari S.p.A. che supporta l'erogazione dei prestiti e la gestione del credito al consumo per la previsione ed il controllo dei rischi finanziari).

Questo incremento, soprattutto in Italia, è il risultato di una continua evoluzione del settore, anche influenzata dai cambiamenti digitali, che vede le banche non più le sole protagoniste, ma anche gli istituti e le nuove piattaforme digitali di credito che oggi possono offrire tassi di interesse molto competitivi come nel caso di Younited Credit.

Secondo i dati ufficiali, tra i prestiti più richiesti ci sono quelli finalizzati alla ristrutturazione della casa (+3 % in 10 anni), all'auto usata (+5 %), seguiti da quelli per le vacanze, le spese mediche, le spese universitarie, ecc.

Nel caso di Younited Credit, società finanziaria francese in Italia dal 2016, sono stati erogati in 2 anni 100 milioni di euro con più di 100.000 progetti, per finanziamenti richiesti direttamenti online.
 

Secondo il rapporto P2P Lending Italia, nel 2018 sono stati erogati 126 milioni di prestiti online, cifra raddoppiata rispetto al 2016, con una percentuale dell'80 % nell'Italia del Nord ed un 20 % in quella del Sud.

Inoltre, la cifra media del prestito si aggira intorno ai 13 mila euro per un periodo di circa 5/6 anni, il profilo del prestatario corrisponde prevalentemente ad una persona di circa 40 anni, mentre il 30 % delle richieste riguarda persone al di sotto dei 35 anni e l'età del richiedente dice spesso molto in merito alla finalità del prestito richiesto.

Ci sono anche famiglie che richiedono prestiti, con una cifra media di 4.400 euro, da spendere per le proprie vacanze ed anche per le spese mediche che spingono a chiedere un prestito con un aumento dell'1,3 %, in Italia probabilmente reso sempre più necessario a causa della crescita dell’età media del Paese.

In conclusione, si può ipotizzare che in Italia, anche nel prossimo futuro, si registrerà ancora una forte crescita del settore soprattutto per quegli istituti di credito che si adegueranno alle richieste del mercato, velocizzando e snellendo le procedure di richiesta di finanziamento con uno sguardo ad una tecnologia avanzata ed a vantaggio del prestatore e questo non soltanto nel settore privato, ma anche delle PMI ampliando il concetto del P2P Lending a P2B Lending.

 

A cura di Mary E. Attiani | 16 maggio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA