Confronto tra i migliori finanziamenti per le imprese, tradizionali oppure erogati attraverso le Crowdlending.

Prestiti imprese tramite Crowdlending

The Social Lender - Comparabanche.it
The Social Lender: prestiti pubblicati e finanziati su una piattaforma per start-up o piccole-medie imprese che hanno una dimostrata capacità di rimborso.
Recensioni: 
****
Min.: 
30.000,- €
Max.: 
3.000.000,- €
TAN: 
9,50 %
October - Comparabanche.it
October: è una P2B lending, accessibile ad imprese con fatturati superiori ai 250.0000 euro e con una dimostrata capacità di rimborso.
Recensioni: 
****
Min.: 
30.000,- €
Max.: 
5.000.000,- €
TAN: 
9,90 %
Borsa del Credito - Comparabanche.it
Borsa del Credito: accessibile ad imprese con una richiesta di credito massima di 500.000 euro, può erogare un prestito in 72 ore.
Recensioni: 
****
Min.: 
10.000,- €
Max.: 
500.000,- €
TAN: 
10,00 %
Prestacap - Comparabanche.it
Prestacap: si può ottenere un finanziamento massimo di 250.000 euro, richiedibile online e può essere concesso in 3 giorni lavorativi.
Recensioni: 
****
Min.: 
10.000,- €
Max.: 
250.000,- €
TAN: 
13,00 %

Prestiti imprese tradizionali

Fin PMI BPER - Comparabanche.it
Fin PMI BPER: per piccole e medie imprese, anche start-up a breve, medio e lungo termine fino ad un massimo di 5.000.000 di euro.
Recensioni: 
***
Min.: 
101.000,- €
Max.: 
5.000.000,- €
TAN: 
8,20 %
Finanziamento Revolution Imprese - Comparabanche.it
Finanziamento Revolution Imprese BNL: si tratta di un finanziamento per le imprese modulabile per un massimo di 200.000 euro per 10 anni.
Recensioni: 
***
Min.: 
5.000,- €
Max.: 
200.000,- €
TAN: 
11,95 %
Prestito Arancio Business ING Direct - Comparabanche.it
Prestito Arancio Business ING Direct: concepito per le piccole e medie imprese, un prestito aziendale tradizionale, ma con il vantaggio di poter essere richiesto online.
Recensioni: 
***
Min.: 
3.000,- €
Max.: 
100.000,- €
TAN: 
12,40 %

Cosa sono i prestiti aziendali? 

I finanziamenti aziendali sono operazioni a breve o medio termine che permettono a liberi professionisti, artigiani, ditte individuali, imprese ed enti di ottenere liquidità per svolgere la propria attività imprenditoriale. 

Il prestito può essere rimborsato con rate mensili, che sono comprensive di capitale e tasso di interesse nominale annuale, oltre ad eventuali altre commissioni. 

Prestito tradizionale e Crowdlending 

Fino a poco tempo fa si pensava come referente per un prestito aziendale, esclusivamente alla banca, perché offriva un prestito tradizionale con dei tempi piuttosto lunghi e standard elevati.

Oggi, è nata un'alternativa offerta dalle piattaforme di Crowdlending, intermediari delle start-up o di imprese presenti da tempo sul mercato che non vogliono aspettare troppo per ottenere un prestito e che hanno una verificata capacità di rimborso. 

Esse possono, accettare o rigettare in circa 24 ore un progetto ed in 72 ore raccogliere i fondi, avendo un'analisi delle aziende e richiedendo minori garanzie rispetto alla banca tradizionale. 

I vantaggi per le imprese sono dovuti a: nessuna intermediazione delle banche/istituti finanziari, alla velocità di erogazione e alla visibilità online. 

In quali casi si richiede un prestito? 

Per ottenere liquidità per il proprio business, per comprare materiali, macchinari oppure per rinnovare e migliorare i locali per lo svolgimento delle attività aziendali.

Come si richiede?

Nel caso si possa effettuare la richiesta di finanziamento online, la procedura è veloce ed anche i documenti richiesti possono essere caricati digitalmente. I documenti possono essere: fatturato annuale, piano aziendale e/o una panoramica del tuo conto bancario

Nel caso in cui si richieda ad una banca tradizionale, si dovrà fissare un appuntamento e recarsi in filiale per discutere i dettagli, la banca potrebbe richiedere ulteriori garanzie.

Quanto costa?

Il costo di un prestito aziendale viene determinato dall'interesse che la banca o l'istituto finanziario stabilisce solo dopo aver valutato il rischio del prestito in base al rating che ha un'impresa oltre ai costi aggiuntivi collegati alle commissioni per la valutazione della pratica, delle imposte, dei costi di chiusura della pratica ed in alcuni casi per il rimborso anticipato. 

Ovviamente questi costi saranno resi noti quando verrà analizzato il prestito e si stabilirà il piano di finanziamento con l'importo totale della rata mensile. 

Interessante anche leggere:

Quali tipi di finanziamenti aziendali esistono e sviluppo nel mercato