Perché i giovani preferiscono una banca online?

I giovani non hanno necessariamente bisogno di un conto corrente tradizionale presso una grande banca. Preferiscono una banca digitale solo per dispositivi mobili con un'applicazione di pagamento avanzata. Ciò è evidente da un'indagine britannica. In Inghilterra, ogni sei secondi viene aperto un nuovo conto bancario. Si scopre che i giovani fanno il maggior numero di domande e non si limitano nemmeno ad un conto. Un terzo dei giovani di età compresa tra i 18 ei 37 anni ha aperto almeno due conti negli ultimi cinque anni.

Lo sa l'agenzia di ricerca Censuswide, che ha intervistato duemila giovani per conto del fornitore di software bancario Crealogix.

Preferenza per le banche online

I giovani preferiscono scegliere le cosiddette banche sfidanti. Si tratta di nuove banche digitali che sfidano le banche tradizionali con conti innovativi che si possono gestire interamente con il cellulare e che sono stati anche progettati appositamente per questo. I fornitori ben noti sono nuove banche come Revolut (britannica) e N26 (tedesca).
Queste due sono attive anche nel nostro Paese, come concorrenti di Hype per esempio e si rivolgono anche ai giovani.

Perché le banche digitali attraggono i giovani

Un conto bancario mobile di solito non offre quello che offre un un conto bancario "tradizionale". Poiché non ci sono uffici, non è possibile, ad esempio, depositare contanti o chiedere aiuto a uno sportello. Tutto avviene online, tramite l'app, ma in realtà è anche vero il contrario.
Le banche mobili, infatti, hanno vantaggi che le banche tradizionali non offrono o in cui sono meno brave. In primo luogo, le nuove banche sono più avanzate, secondo i giovani. Alla fine, l'83% di loro non basa la propria scelta per un nuovo conto sulla banca stessa, ma sulle caratteristiche che dovrebbe avere.

Caratteristica preferita: prevedere l'equilibrio

La caratteristica più importante di cui i giovani hanno bisogno è un'app che preveda se si possono coprire le spese con il saldo attuale fino al pagamento del prossimo stipendio. Un giovane su tre è disposto a scegliere una banca in grado di fornire tale previsione.

Se si spende meno del solito, sarebbe utile che il surplus venga salvato automaticamente.

Anche la metà dei giovani sotto i 21 anni (generazione Z) ritiene molto importante che si possa bloccare il conto da solo non appena si perde la carta di debito. Questo è già possibile nella maggior parte delle banche, comprese quelle tradizionali.

Spesa in primo piano

I giovani trovano utile anche visualizzare i loro schemi di spesa, in modo che si possa vedere a colpo d'occhio dove sta andando tutto il denaro.

Altre caratteristiche desiderabili includono il pagamento agli amici, la divisione pagamenti, la possibilità di modificare il codice PIN, ricevere avvisi di pagamento in tempo reale e il controllo del limite di scoperto. Tuttavia, quest'ultimo non è possibile con la maggior parte dei conti bancari mobili.

Meno importanti sono le informazioni offerte su viaggio e assicurazione sanitaria, dove le giovani banche spesso guadagnano i loro soldi.

La facilità d'uso è la cosa più importante

In sintesi, ciò che i giovani trovano più importante di un conto in banca è la facilità d'uso su un telefono cellulare, con un'enfasi sulle funzionalità e una facile gestione del conto.

Vari conti bancari mobili sono disponibili anche in Italia, per visualizzare una panoramica di questi, cliccare qui.

E le banche tradizionali?

Passeranno tutti a una banca digitale e le banche tradizionali sono condannate? Non ancora, secondo un altro recente studio britannico.

Secondo il Bureau Finder, circa 13 milioni degli oltre 60 milioni di britannici avranno un conto bancario solo digitale tra cinque anni. Tuttavia, metà della popolazione vorrebbe comunque poter parlare con qualcuno di persona presso una filiale bancaria e non cambierà, anche se trovano un conto bancario mobile più user-friendly.


Non tutti vogliono nemmeno ricevere il loro stipendio e più di un quarto di coloro che intendono aprire un conto bancario mobile pensa che questo renderà più facile il trasferimento di denaro. La possibilità che i giovani si uniscano in massa alle neo-banche è scarsa, tre quarti scelgono ancora la banca dei genitori.

 

A cura di Mary E. Attiani | 25 gennaio 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA